Giovanni Nadiani, Romagna Village. Ancora storie da caBARet

Romagna-Village-copertina

Pagine 148
Prezzo € 17,00
Isbn 9788895432199
Anno 2015
Collana Collezione romagnola
Copertina di Elisa Cesari
Contiene cd con i testi recitati dall’autore
Romagnolo con testo a fronte | Traduzione di Renzo Bertaccini

Tornano, con Romagna Village, le storie da caBARet di Giovanni Nadiani. Scenette della Romagna-Italia contemporanea nelle quali agiscono personaggi (ma sarebbe meglio dire “persone”, perché inevitabilmente ci immedesimiamo) più che mai attuali.
Si parla di beauty farm, della fatica di fare i genitori, di lavoro precario, di venditori abusivi. I protagonisti sono politicastri di provincia, assicuratori truffaldini, pendolari, coniugi alle prese con la vita di coppia.
Sono storie raccontate attraverso monologhi, dialoghi, versi (anche rap) in un dialetto macchiato di italiano e inglese: la lingua della franchezza, con traduzione a fronte.
Lingua moribonda? Forse no, se è vero che tra le storie di Romagna Village ce n’è una in cui il romagnolo di turno, spavaldo quanto basta a rappresentare la “razza”, riesce a sognare una conversazione con Dio (nientemeno). E quel dio, immaginate un po’, parla romagnolo. Perché, come dice nonno Zvanî in un’altra di queste storie, se me a dges sti cvel ch’a cvè in itagliân, u m’parreb d’cuntêt dal patach e invézi agli è dal varitê! («se dicessi queste cose in italiano, mi sembrerebbe di raccontare delle frottole e invece sono delle verità!»).

Giovanni Nadiani, docente universitario e “artigiano della parola”, è autore di numerosi volumi di poesia (tra cui Guardrail, Pequod 2010), narrativa breve (Spiccioli, Mobydick 2009; Ridente Town, Risguardi 2013), cabaret (Low Society, Carta Canta 2010; Piadina Blues, Discanti 2012) e di una trentina di volumi di traduzioni da diverse lingue e dialetti europei. Con la band blue-jazz Faxtet ha inciso cinque cd poetico-musicali diventati spettacoli itineranti. Da diversi anni scrive anche per il teatro ed è considerato l’“inventore” di quel particolare genere di storie orali da lui definito DialetKabarett.

Rassegna
in piazza 1-2016
Corriere Romagna 9-3-2016
Racconti d’autore su RadioEmiliaRomagna
Mangialibri