Costanza Alpina, Niente di personale contro Mara Carfagna

Carfagna-copertina

Pagine 120
Prezzo € 11,00
Isbn 9788895432038
Anno 2008
Collana Ita(g)liani
Copertina di Daniele Rendo

Quello che contesto non è tanto avviare Mara Carfagna a una brillante carriera politica, ma è il fare diventare Ministro una soubrette.

Se in capo a due anni una soubrette smette i lustrini dell’abito da ballo per diventare Ministro, qualcosa non va. Si può fare spallucce. Ci si può irritare. Oppure interrogarsi e cercare di capire il senso di un simile evento nell’Italia di oggi. Com’è stato possibile? Cosa significa? Quali conseguenze può avere?
Con tono ironico e tagliente questo saggio s’interroga sull’investitura ministeriale di Mara Carfagna interpretandola non come un episodio isolato e casuale, ma come l’espressione più eclatante di un clima sociale e culturale diffuso, il simbolo di una mentalità politica scaltra e irriverente.
Non c’è offesa personale, non c’è gossip. Solo il tentativo di mantenere vivo il senso della vergogna alla vista di una politica chiacchierona e furbesca e di un’Italia sempre più dominata da una sola regola: quella dell’audience.
Un pamphlet acuto e pungente, scritto da una donna non contro una donna ma contro la svendita televisiva della femminilità. Contro l’elevazione della “soubrettitudine” a modello politico e sociale.

Costanza Alpina è nata in una provincia dell’Italia settentrionale e il caso l’ha portata a vivere in una città ancora più a nord.
Ha poco meno di 30 anni ma alcuni dicono che ne dimostri di più. Non ama parlare di sé, e per questo molti pensano che non abbia nulla da dire. Con Niente di personale contro Mara Carfagna potrebbe dimostrare che non è così. Peccato che sarà difficile credere che sia stata proprio lei a scriverlo.

Rassegna
Il Piccolo 12-1-2009
Scrigno 26-3-2009
Leggendaria 5-2009